Prova costume: i consigli del Dr. Bartolucci


Detto Fatto – Rai 2


«Adesso pensiamo alla prova costume, e ovviamente per questo è tornato a trovarci il nostro medico estetico Marco Bartolucci!»

«Ciao Giampaolo.»

«Bentornato, e ovviamente buon pomeriggio anche alla nostra ospite… Vincenza, giusto? Benvenuta, è un piacere averti qui. Allora Marco, parliamo della prova costume: come dobbiamo affrontarla e, intanto, è troppo presto o troppo tardi per affrontarla?»

«Allora, se una persona inizia ora ovviamente è un pochettino troppo tardi ma perché, chiaramente, come ben sai, non è solo la medicina estetica il macchinario che può veramente portarti a superare la prova costume ma è uno stile di vita sano che andrebbe condotto se non durante le feste quantomeno nei periodi in cui possiamo seguirlo, e parliamo dell’attività fisica, una dieta regolare, dormire le giuste ore di sonno… Insomma, non è solo il trattamento, però chiaramente per gli accumuli di grasso localizzato che fanno fatica ad andare via con la dieta e con l’esercizio fisico, abbiamo delle strategie che possono aiutarci a combatterli in maniera del tutto non invasiva.»

«Veniamo a te, che sei ospite graditissima a Detto Fatto: perché ti sei rivolta al nostro Marco?»

«Perché ho fatto tante diete con pochi risultati, a volte anche molto drastiche, infatti eliminavo proprio i carboidrati, che è sbagliatissimo, e quindi volevo sentire un parere di un medico e vedere cosa mi può consigliare.»

«Quindi tu le indicazioni di Marco già le segui, possiamo dire, cioè il fare attenzione a come mangi, all’attività fisica… Giusto?»

«Assolutamente sì.»

«Allora, abbiamo delle foto della nostra paziente: quello che possiamo trattare, diciamo così, come zone di accumulo preferenziale, che sono proprio quelle zone dove, ahimè, anche con una dieta facciamo fatica a perdere il grasso localizzato proprio perché in natura il dimagrimento localizzato purtroppo non esiste, sono la regione dell’addome e la zona delle culottes de cheval; sono queste le due zone che tratterei sulla paziente, che sono sempre le più delicate, soprattutto per le donne.»

«Quindi donne a casa non vi preoccupate se avete questo tipo di accumulo perché è normale. Come ci viene in aiuto la medicina estetica?

«Ho portato due macchinari: oggi parliamo di Body Contouring, quindi affrontiamo tutto il trattamento del corpo partendo dal dimagrimento (e qua abbiamo l’ultrasuono) per arrivare poi con l’altro macchinario, di cui parleremo dopo, ad un elettrostimolazione con radiofrequenza, quindi continuare un effetto di dimagrimento ma andare a stimolare il tightening, cioè combattere la lassità, il cedimento del tessuto.»

«Cominciamo con gli ultrasuoni.»

«Come funzionano? Io ho portato anche una grafica che ci aiuta a capire il funzionamento dell’ultrasuono: in pratica è un’energia che si converte in calore; parte da questo manipolo che vedete qua, che appunto è disegnato lì nella grafica, e manda in profondità un calore chiamato microfocalizzato. Perché si chiama microfocalizzato? Questo calore non agisce lungo il percorso ma solo dove vede il puntino, quindi andremo a colpire in maniera selettiva (quelle sono le cellule del grasso, detti adipociti) e surriscalda talmente tanto quella parte di tessuto che gli adipociti andranno a morire, ed è una tecnica definitiva proprio perché l’adipocita morto non si riforma.»

«Quindi stai dicendo che con gli ultrasuoni eliminiamo definitivamente il grasso sottocutaneo. A questo punto, però, facci una dimostrazione del trattamento.»

«Ho portato un video in cui eseguo un trattamento in clinica, sulle maniglie dell’amore: qua si posiziona dell’acqua per far condurre meglio l’ultrasuono sulla sulla zona che andiamo a trattare e seleziono l’intensità (che va da 30 a 60); è un trattamento semplicissimo, perché come vedi si poggia il manipolo e nello schermino vediamo anche che il movimento di questo cursore viene seguito sia nello schermo di controllo del manipolo sia nello schermo principale.»

«Quindi è anche molto semplice da leggere da casa, il trattamento.»

«Sì, assolutamente.»

«I vantaggi di questo trattamento? Parliamone.»

«È un trattamento non invasivo, che ha pochissime controindicazioni, pressoché zero effetti collaterali e richiede solo una, massimo due sedute, con un recupero molto veloce tra l’altro.»

«Ovviamente io ti chiedo: abbiamo modo di vedere i risultati?»

«Ho portato dei prima e dopo che adesso commentiamo insieme.»

«Questi sono tuoi pazienti, vero?»

«Sì sì, assolutamente. Come vedi questi trattamenti non sono una liposizione, non è un miracolo, però questi sono due trattamenti da singola seduta: c’è una riduzione sostanziale, che comunque, per esempio soprattutto la prima paziente, solo con la dieta o solo con l’esercizio fisico, purtroppo in quel punto non avrebbe raggiunto.»

«Cioè questa è una seduta sola?»

«Questa è una sola seduta, sì, con risultati a distanza di 3 mesi.»

«È incredibile. Senti, vedo Carla dalla cricca con la mano alzata che ha una domanda.»

«A parte che noi siamo veramente molto sorprese, io e Rossella, perché in due trattamenti, dottore, si ottengono questi risultati, quindi dopo la puntata ci prenotiamo subito per la prova costume. Avevo due domande in realtà: la prima è se è fastidioso e poi se ci sono controindicazioni.»

«È un pochettino fastidioso perché il calore viene avvertito come una sorta di aghettino, però diciamo che questa nuovissima tecnologia, uscita quest’anno, riesce a raffreddare molto la punta, quindi si attenua questo senso di fastidio; è un semplice fastidio, rimane comunque un trattamento indolore. Per quanto riguarda le controindicazioni, invece, è un trattamento medicale quindi bisogna fare un’attenta anamnesi; sicuramente le patologie oncologiche, le patologie della coagulazione, la gravidanza e l’allattamento sono situazioni in cui ci deve essere un’attenta visita medica.»

«Comunque Marco ti faccio i complimenti perché tu porti sempre delle novità a Detto Fatto e noi siamo onorati. Ma veniamo alla nostra ospite: sincera, come ti sembra questo trattamento? Che sensazioni hai?»

«Mi sembra un trattamento molto efficace, mi ha dato tanta fiducia il dottore. Perché non provare?»

«Allora, andiamo a vedere, visto che la fiducia l’abbiamo acquisita, il trattamento l’abbiamo spiegato, la grafica dei vantaggi di questo trattamento.»

«Questo trattamento ridefinisce i contorni del corpo, possiamo trattare diverse aree come le culottes, la pancia, le braccia… Sono tante le aree che possiamo trattare; è un trattamento completamente non invasivo, non ci sono aghi, non c’è sangue, riduce i depositi di grasso localizzato, quindi le zone di accumulo preferenziale dove abbiamo detto che la dieta purtroppo non riesce a lavorare, ed è indolore, diciamo che si avverte solo un fastidio.»

«Benissimo, domanda da Rossella Erra.»

«Dottore, lei ha detto massimo due volte, ma eventualmente, tipo per i casi disperati come il mio, funziona? Perché sarebbe una soluzione non indifferente.»

«Chiaramente l’indicazione è per un indice di massa corporeo non eccessivamente elevato; funziona comunque perché il trattamento riesce a sciogliere il grasso, cosa succede però? Che dopo due, massimo tre sedute, la cellula non risponde più, cioè c’è una tolleranza, un po’ come un farmaco, quindi rischiamo di erogare un’energia, di causare uno stress al corpo, un processo infiammatorio senza avere risposta. Ovviamente può essere fatto e puoi ottenere dei risultati, che però magari nel tuo caso potrebbero non essere soddisfacenti, quindi dobbiamo trovare un’altra tecnologia per poter andare avanti.»

«Andiamo avanti perché dobbiamo vedere il secondo trattamento, Marco.»

«Il secondo è questa macchina che vediamo qua e qui entriamo nel campo del rimodellamento, quindi la prima grossa differenza è che mentre la lipolisi, cioè la riduzione definitiva, è un trattamento che ti uccide gli adipociti e non te li fa più tornare, il rimodellamento, per definizione, non è un trattamento definitivo, bensì cambiamo forma alla cellula, sviluppiamo muscolo con la radiofrequenza e con l’elettrostimolazione, ma se poi non facciamo delle sedute di mantenimento, non facciamo dei cicli annuali, la cellula torna come prima, quindi anche la forma viene persa.»

«Come agisce?»

«Agisce con una radiofrequenza che diffonde un calore, quindi continua l’effetto lipolitico; a differenza dell’ultrasuono non è selettiva, quindi passa dalla cute al grasso, dunque è anche un pochettino meno efficace, però ha un’elettrostimolazione, quindi tu praticamente riesci sia a perdere grasso che a tonificare, a creare più muscolo, più massa magra, è un trattamento che combatte anche un eventuale cedimento causato da un dimagrimento.»

«Ancora una volta chiedo una foto di un prima e un dopo, perché come sempre è il modo più efficace per dimostrare ciò che ci spieghi.»

«Ci sono due casi molto belli: c’è un addome e come vedi qua c’è stato un dimagrimento ma la tonicità è addirittura aumenta nel post rispetto al pre. Poi un caso molto bello di braccia: come vedi le braccia sono una regione molto molto difficile, perché si crea una ptosi del muscolo, è molto facile che si crei lassità cutanea, quindi ottenere questi risultati su un braccio è veramente un buon raggiungimento.»

«È prestigioso direi, perché poi quella è l’osessione delle donne. Allora Jonahan, abbiamo le domande da casa.»

«Sì, mi sono impossessato del tuo tablet e credo di aver capito come funzioni. Sono molto incuriositi di questi trattamenti e chiedono: “Buongiorno, ma fino a che età abbiamo buoni risultati con questi metodi di dimagrimento? Grazie, Elena.”»

«Allora, in teoria è sconsigliato utilizzarlo sopra i 70 anni; non c’è la controindicazione assoluta, però quello che succede è che comunque sono trattamenti che mettono in atto una risposta infiammatoria e come sappiamo l’infiammazione, fino a quando riusciamo a gestirla, fino a quando abbiamo le armi per combatterla, non rappresenta un problema, invece in dei momenti in cui il paziente potrebbe essere un pochettino più fragile, potrebbe rappresentare un problema; quindi diciamo che l’età massima è 70 anni però non c’è una regola, perché a volte ci si può trovare la paziente di 72/73 anni che magari è molto più in forma anche dal punto di vista di salute rispetto ai miei 40 anni.»

«Poi Marco, chiedono sempre quanto costa un trattamento del genere, circa, un prezzo indicativo.»

«Per il trattamento di lipolisi siamo più o meno sui 700/800 euro per seduta, questi trattamenti qua, invece, vanno dai 150 fino ai 250 per seduta, però tenete conto che del trattamento ad ultrasuoni ci sono sei sedute.»

«Va bene Marco, io ti devo ringraziare e salutare. Grazie Vincenza per essere stata con noi.»

Altri video interessanti