Addio Pancia con gli Ultrasuoni di Accent Prime


Il mio medico – TV2000


«Il Dottor Marco Bartolucci, medico estetico al reparto di dermatologia e cosmetologia all’ospedale San Raffaele di Milano, ci ha portato una bella novità, pazzesca io dico: una macchina in grado di eliminare il tanto fastidioso grasso addominale; magari in questi giorni abbiamo messo su qualche chilo di troppo e magari si è messo tutto sul nostro addome. Io prima di iniziare a fare le tante domande, inizierei da una mail che ci è arrivata da Maria Luisa, che ci scrive da Terni: “Ho 47 anni, sono attenta alla tavola e sono nel mio peso forma: nonostante tutti i miei sforzi la pancetta c’è sempre. È possibile che non se ne vada nonostante dieta e movimento?”»

«Rispondiamo innanzitutto a una mia conterranea, perché sono anche io di Terni. Comunque è possibile, perché purtroppo il dimagrimento localizzato non esiste e molto spesso noi tendiamo ad accumulare grasso sottocutaneo in delle zone che vengono definite “zone di accumulo preferenziale”, quindi molto spesso facendo una dieta riusciamo a perdere peso altrove, a perdere grasso in delle zone ma in altre il grasso è ostinato e non lo togliamo.»

«Per cui anche se siamo magri queste morbidezze rimangono.»

«È un problema super democratico: anche i magri hanno la pancetta.»

«Io vedo che qua sono evidenziati il grasso e il muscolo: perché questa differenza?»

«Perché hanno un peso specifico diverso: come vedi 1 kg di grasso, questo blu, occupa più spazio, mentre 1 kg di muscolo, pesando molto di più a livello di peso specifico, ingombra meno, occupa meno spazio, quindi crea meno fastidio a livello estetico; questo è il motivo per cui nel dimagrimento localizzato (non parliamo ovviamente dei casi di obesità, dove si fanno altre valutazioni) la bilancia non ci è molto d’aiuto, perché perdere peso molto spesso non significa nulla da un punto di vista di grasso localizzato, anzi, si rischia di perdere massa magra, quindi bisogna stare molto attenti a questo discorso.»

«Allora, in questo caso ci viene in aiuto questa macchina pazzesca, è davvero una ricchezza tecnologica che accontenta sia uomini che donne: di che cosa si tratta esattamente?»

«Si tratta di un macchinario di ultima generazione che con gli ultrasuoni è in grado di colpire le cellule adipose, le cellule del grasso; alterna delle onde calde e fredde che vanno a danneggiare la membrana dell’adipocita.»

«Possiamo far vedere?»

«Certo, lo simuliamo. Questo è il manipolo ad ultrasuoni che viene utilizzato; viene poggiato sulla zona che dobbiamo trattare (ovviamente con della vasellina, ma ora stiamo solo simulando) e questo andrà a rompere la membrana dell’adipocita e farà uscire il grasso che poi verrà eliminato in maniera completamente naturale e definitiva, perché non parliamo di rimodellamento ma di lipolisi, quindi di uccisione delle cellule adipose, dunque quello che noi riusciamo a perdere è perso per sempre.»

«Oltre a questo manipolo ci sono altri manipoli.»

«Certo, infatti come vedi anche nello schermo si può selezionare il manipolo ad ultrasuono; ma abbiamo anche la radiofrequenza, che è quest’altro manipolo che vediamo qua, perché poi una volta che perdiamo del grasso bisogna anche pensare di dare tono ai tessuti, quindi a gestire l’eventuale lassità cutanea, e questa macchina ci consente di fare entrambe le procedure.»

«Ma queste cellule adipose che fine fanno?»

«Alla fine vengono eliminate attraverso le urine.»

«Quindi non c’è un ristagno, non vanno a finire da qualche altra parte.»

«No, assolutamente, non vengono accumulate su nessun organo, quindi anche le controindicazioni sono molto poche, è un macchinario estremamente sicuro.»

«Quanto dura una seduta?»

«Una seduta dura all’incirca 20 minuti per zona.»

«E il paziente cosa sente?»

«Un leggerissimo calore, è assolutamente indolore, quindi non c’è da preoccuparsi; si noterà, ovviamente, che la zona che andiamo a trattare diventa un pochettino rossa per l’effetto del calore, ma non c’è assolutamente dolore.»

«Ci sono delle controindicazioni? C’è qualcuno che non può farlo?»

«Sì, chiaramente tutti i trattamenti di medicina estetica vengono esclusi a pazienti che soffrono di patologie oncologiche, anche negli ultimi cinque anni precedenti al trattamento; ma anche gravi patologie della coagulazione. Tutto va valutato durante una visita perché è comunque un trattamento medico, però sono molto molto poche le controindicazioni.»

«Noi abbiamo parlato di addome, in realtà il grasso può essere localizzato in altre parti del corpo: la macchina è in grado anche di sciogliere il grasso in altre parti del corpo? E dove?»

«Assolutamente sì, possiamo trattare la zona delle culotte, molto richiesta tra le donne; negli uomini la zona più richiesta è quella delle maniglie dell’amore e nelle donne il grasso della schiena spesso rappresenta un problema, ma anche la regione delle cosce… Insomma, sì, riusciamo a trattare più zone.»

«I risultati dopo quanto tempo si vedono?»

«Si vedono già con la prima seduta, però diciamo che un ciclo completo è fatto da 5/6 sedute mediamente, poi ovviamente dipende.»

«Ecco noi in questo momento stiamo vedendo delle foto, un prima e un dopo, mamma mia! Leggiamo anche quanto hanno perso i pazienti.»

«Nel primo caso nella zona più trattata sono stati persi 7cm e abbiamo anche un’altra foto in cui si vedono fianchi e pancia di un uomo.»

«Anche in questo caso si è notevolmente ridotta. In quante sedute?»

«Sei sedute, questo è il ciclo completo. Questo macchinario ci aiuta in quello che purtroppo l’alimentazione non riesce a fare, che è il dimagrimento localizzato, che è qualcosa di diverso rispetto, ovviamente, al dimagrimento in senso generale.»

«Dopo questo trattamento si deve seguire una dieta particolare, bisogna mettere una crema nella zona trattata?»

«Nella zona trattata no, nel senso che noi consigliamo un automassaggio con una crema a base di fosfatidilcolina, ma non è fondamentale ai fini della riuscita del trattamento. Sicuramente l’alimentazione è una costante che ci aiuta nel risultato del trattamento ma principalmente nella prevenzione di questi accumuli, quindi è fondamentale perché non esistono le bacchette magiche, questo lo dico sempre perché rischiamo di fare della disinformazione.»

«Questo ci può aiutare magari a perdere il grasso localizzato, abbiamo visto anche che i risultati sono abbastanza evidenti dopo appena sei sedute; magari uno si vede anche meglio e continua ad alimentarsi meglio e a fare un po’ di attività fisica. Ho letto anche che la tintura di pilosella può aiutare.»

«Esatto, la tintura madre di pilosella sciolta in mezzo litro di acqua ci aiuta…»

«Cos’è la pilosella?»

«È un fiore, ci aiuta a drenare; noi con questi macchinari smuoviamo, diciamo così, un pochettino i liquidi e bisogna facilitare poi l’eliminazione di questi liquidi e anche delle cellule adipose che andiamo ad uccidere; quindi la pilosella, in questo caso, ci aiuta facendoci perdere un po’ di liquidi, ci dà un primo risultato e ci aiuta a mantenerlo; è un ottimo alleato.»

«Leggiamo tanti giornali, tante riviste, guardiamo la televisione e c’è tanta pubblicità, anche sugli integratori che promettono di avere un ventre piatto e di perdere peso. Esistono? Come prevenzione cosa possiamo fare? Abbiamo parlato di alimentazione.»

«Come non esistono le bacchette magiche non esistono neanche le pillole magiche: quello che io consiglio è di ridurre l’intake calorico perché ci aiuta a gestire accumulo di grasso localizzato; bisogna evitare i vizi come bere bevande gasate, masticare gomme e aggiungere alla nostra dieta due porzioni di verdure, ma quelle giuste, perché non tutte fanno bene; poi anche mangiare la frutta lontano ai pasti e, ovviamente, l’attività fisica deve essere regolare.»

«Grazie davvero al dottor Marco Bartolucci e grazie a Valentina.»

Altri video interessanti