Cicatrici della pelle: come intervenire con l’uso del laser a CO2. La campagna di Lumenis e Sotherga

Un laser ad anitride carbonica per eliminare i segni sulla pelle di cicatrici provocate dall’acne ma anche per ritonificare la pelle e rifarle giovinezza. Si basa su questa tecnologia la campagna di Lumenis, leader nella produzione di tecnologie cliniche non invasive, in partnership con la clinica Sotherga di Milano riconosciuta per l’utilizzo di tecnologie all’avanguardia dedicate alla medicina estetica come lo stesso UltraPulse fondata e diretta dallo specialisti Marco Bartolucci, medico chirurgo. Vanta di una grande esperienza nel settore della dermatologia e cosmetologia sviluppata e consolidata presso l’Ospedale San Raffaele di Milano dove attualmente è consulente divisionale.
“Con la mia equipe, in SOTHERGA lavoriamo fianco a fianco per offrire consulenze fortemente personalizzate e soluzioni estetiche all’avanguardia. Un dialogo continuo tra medico e paziente, un percorso che porta all’equilibrio e al benessere. I  canoni estetici sono cambiati e bisogna tenerne conto. Oggi la medicina estetica non mira ad omologare ma a preservare e restituire le caratteristiche estetiche che rendono unico ciascuno di noi.” afferma il Dott. Bartolucci. UltraPulse è il laser ablativo più profondo in estetica con la più alta energia concentrata in una breve durata dell’impulso, che porta ad un eccezionale rapporto ablazione/coagulazione, minimo disagio per il paziente, tempi di inattività e danni termici. Attraverso la tecnologia UltraPulse è possibile affrontare diverse condizioni delle pelle a partire dal trattamento delle cicatrici da acne, rughe, macchie, irregolarità fino a procedure più invasive come il resurfacing frazionato e profondo della pelle, definendo un vero Gold Standard per la cura della pelle basata sul laser a CO2.

Altri video interessanti